I segreti delle piante galiziane di Nordés

Sapevi che il gin galiziano Nordés è elaborato con 11 piante selvatiche? E sapevi che 6 di esse provengono dalla Galizia? Nel distillato si effondono gli aromi di queste piante selvatiche e parte del loro carattere, del loro sapore e dei loro aromi ci trasportano alla freschezza e alla semplicità della loro terra. Ognuna di esse viene fatta macerare separatamente prima della distillazione e per un tempo diverso, quello necessario a offrire l’intensità di cui ciascuna ha bisogno. Un processo amodiño (lento e tranquillo), mediante un’elaborazione artigianale in cui ogni elemento viene curato con amore per ottenere il miglior risultato finale. Ti sveliamo alcune curiosità sulle piante autoctone della Galizia presenti in Nordés: 

Salvia: È fresca e balsamica, offre grandi benefici all’organismo e viene utilizzata per cucinare. Il suo aroma presenta note amare e leggermente piccanti.

Alloro: È fresco, intenso e balsamico. È una pianta selvatica molto comune nella cucina galiziana e, oltre al gusto che conferisce ai piatti, ha svariate proprietà che aiutano a migliorare e ad alleggerire la digestione. 

Limoncina: Dona un tocco di agrumi, freschezza e delicatezza. Questa pianta ha alle spalle una storia affascinante, in quanto il suo nome spagnolo, Hierbaluisa, è quello di una regina. È stata infatti così battezzata in onore a Maria Luisa di Parma. 

Eucalipto: È puro balsamo, una pianta invasiva dalla fragranza particolarmente intensa. È inoltre utilizzato come trattamento terapeutico per i dolori muscolari, le articolazioni o per combattere le infezioni respiratorie.

Menta piperita: Dona un tocco balsamico e fresco molto speciale, per questo motivo è spesso presente nelle caramelle. Cresce con più facilità in terreni umidi, come quelli della Galizia, ed è nata come un ibrido nei giardini dell’Inghilterra. 

Salicornia: Grazie alla sua presenza percepiamo la brezza marina dell’Atlantico in un gin tonic preparato a base di Nordés. Cresce nelle paludi salmastre, sulle spiagge e nelle mangrovie, ed è anche conosciuta come asparago di mare. È molto utilizzata in cucina e nel degustarla si percepisce un intenso sapore di sale.